Il nuovo Swan 48 è di certo nobile, è alla terza generazione: la prima era nata su progetto di Sparkman&Stephens nel 1971, una barca da crociera a lungo raggio che vinceva le più importanti regate dell’epoca, subito un mito che ha costruito la leggenda del marchio Nautor. Nel 1995 è arrivata la seconda generazione su progetto di German Frers, un ulteriore successo con 57 esemplari costruiti.

La terza generazione è ancora a firma di German Frers. “Come ogni disegno che esce dal nostro studio – racconta il progettista argentino – il nuovo Swan 48 è stato progettato con cuore e passione, ma piuttosto che agire solo sul momento magico di un momento di ispirazione è il risultato di un processo razionale, basato sulle esigenze di mercato e l’esperienza del costruttore, degli e dei progettisti che lavorano in Nautor che hanno dato tutti un contributo”.

Un blue water cruiser per uso armatoriale, ispirato agli attuali Ocean races per potenza e performance, lo Swan 48 è facile da gestire in navigazione anche da velisti non professionisti.

Tecnologia

Baglio arretrato, doppio timone per migliorare l’equilibrio della barca, dislocamento leggero sono alcune delle sue peculiari caratteristiche. La stabilità della forma e i tre diversi assetti per la chiglia, standard, con pescaggio ridotto o profondo per uso da regata garantiscono una navigazione versatile, ma anche sicura, piacevole, veloce.

Nautor's Swan 48

La carena, pensata per un elevato momento di raddrizzamento, garantisce vantaggi in navigazione: ottime prestazioni con sbandamento di 20 gradi, lo Swan 48 rimane confortevole nelle diverse condizioni del mare. Per la crociera a lungo raggio sono a disposizione quattro diverse vele di prua Gennaker, Code 0, Jib e Staysail, mentre per la trasformazione in racer, le opzioni del Performance Package di Nautor sono, oltre alla chiglia ottimizzata, albero in carbonio, randa a cima quadrata, bombresso lungo e sartiame da competizione.

Il deck è vivibile e comodo con cockpit spazioso, un tavolo per 6/8 persone e la zona prendisole separata con cuscini removibili.

Design

Se per il design degli esterni si parla di tecnologia e performance, oltre alla mitica classe, negli interni, la designer Misa Poggi ha portato luce, spazio e armonia. Gli interni standard prevedono tre cabine, l’armatoriale con bagno privato è a prua, mentre si trovano a poppa sia la cabina VIP sia la cabina ospiti, rispettivamente a dritta e a sinistra. I bagni sono confortevoli con spazio per la doccia separata. Il salone open space, che si trova al centro della barca, è arredato con un divano a forma di C ed è ben illuminato dalla luce naturale.

Nautor's Swan 48

La configurazione galley permette agio nei movimenti e prevede un grande frigorifero e ampi armadietti da cucina. “Lavorare all’interno di uno yacht Swan significa creare un’atmosfera speciale per il comfort e la contentezza a bordo e un arricchimento reciproco al di là delle praticità di luogo, funzione e spazio, coinvolgendo sempre la passione finlandese per l’eccellenza” spiega la designer.

Per le finiture sono stati previsti tre stili, Swan Soul, per la versione standard, nei toni tra il bianco e il legno di quercia naturale, Scandi Vision, dalle tonalità del quercia scuro oppure bianco in stile svedese e Velvet Vibe nelle gradazioni del noce per una calda atmosfera mediterranea; la combinazione degli spazi e dei materiali definisce l’originalità del progetto tra anima, visioni e vibrazioni.

Nautor's Swan 48

Il nuovo Swan 48 ha preso il largo, con la sua prua slanciata, verso una nuova definizione del mito.